AGRETTI O BARBA DI FRATE COSA SONO E CHE PROPRIETA’ CONTENGONO - Dr.ssa Cultrera Concetta

AGRETTI O BARBA DI FRATE COSA SONO E CHE PROPRIETA’ CONTENGONO

agretti

Con l’avvicinarsi della primavera diventa più ricca la proposta di frutta e verdura di stagione; troviamo gli asparagi, le cime di rapa, i piselli, ma anche i gustosi agretti. Questa verdura di piccole dimensioni che si raccoglie, ogni anno, tra il mese di marzo e maggio possiede numerose proprietà e benefici. Vediamoli nel dettaglio.

Proprietà e caratteristiche degli agretti

Le componenti nutrizionali più rappresentate sono l’acqua (92%), la fibra (2,5%), gli zuccheri (2,2%), le proteine (1,8%) e i grassi (0,2%). Dal punto di vista dei minerali, gli agretti sono ricchi di fosforo, calcio, ferro, magnesio e potassio, mentre l’apporto vitaminico è assicurato dalla presenza di vitamine A, B1, B2, B3, C e K.

Con solo 17 calorie per 100 grammi di prodotto, le barbe di frate possono essere annoverate tra gli alimenti “light”, consigliati nei regimi dimagranti, ma le loro proprietà sono molte di più, grazie anche alla presenza di numerosi antiossidanti e bicarbonato di sodio. La proprietà più importante e più nota degli agretti è certamente quella depurativa, ovvero la capacità di sostenere l’organismo nell’eliminazione di scorie e tossine, azione svolta da fegato e reni. Consumare questo alimento con una buona frequenza e per diversi giorni consecutivi aiuta concretamente a depurarsi: infatti sarebbe opportuno consumare questo alimento dopo pasti abbondanti ed elaborati, oppure dopo aver concluso una terapia a base di farmaci e antibiotici per un certo periodo di tempo.

L’importante quantità d’acqua contenuta negli agretti fa sì che siano indicati anche per stimolare la diuresi, sostenendo così ulteriormente la depurazione dell’organismo. Questa caratteristica ci consente di comprendere come le barbe di frate contribuiscano alla pulizia dell’organismo rendendolo più sano e più giovane. Infatti, come anticipato, gli agretti sono ricchi anche di sostanze antiossidanti che ci aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi rallentando, dunque, l’invecchiamento cellulare.

Grazie al loro buon contenuto di fibra, consumare gli agretti fa bene anche a stomaco e intestino: in particolare, favoriscono la motilità e la funzionalità intestinale, e in generale la digestione. L’assenza di glutine sostiene ulteriormente il processo digestivo e fa in modo che gli agretti possano essere consumati con tranquillità dai celiaci e da tutti coloro che mostrano intolleranza e sensibilità a questo componente.

Per quanto riguarda le vitamine contenute negli agretti, infine, comportano altri vantaggi e benefici legati al consumo di questo ortaggio. La buona quantità di vitamina A, la più abbondante fra le vitamine, è utile per la salute degli occhi e della vista mentre il calcio, il minerale più abbondante, è utile per la salute di ossa e denti. La buona quantità di vitamine del gruppo B, in primis la B3, sostiene il metabolismo e conferisce forza all’organismo, soprattutto nei casi di debolezza e stanchezza cronici.

Come cucinarli?

Non è facile trovare gli agretti, anche perché non esistono surgelati e sono disponibili, quindi, solamente nei mesi di marzo, aprile e maggio. Sceglierli freschi è molto importante, occorre poi osservare che il colore sia verde brillante, mentre la parte vicina alle radici deve sfumare dal bianco al rosso. Il fusto e le foglie degli agretti sono commestibili, ma la parte più utilizzata sono le foglie. Gli agretti vanno consumati molto rapidamente dopo l’acquisto, poiché si deteriorano facilmente, anche se posti in frigorifero, inoltre devono essere puliti molto accuratamente, dato che possono trattenere terra nella parte terminale, che deve perciò essere tagliata.

La preparazione vera e propria è molto semplice: è sufficiente lessarli o cuocerli al vapore, per almeno 15 minuti. Possono essere serviti in insalata, e in tal caso risultano molto buoni conditi con olio e succo di limone. Ottimo l’abbinamento con uova sode, pomodori e acciughe. Molto amata è, anche, la frittata agli agretti, così come la torta salata al forno.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online