ALIMENTI CONTRO LA STITICHEZZA NEI BAMBINI - Dr.ssa Cultrera Concetta

ALIMENTI CONTRO LA STITICHEZZA NEI BAMBINI

stitichezzabambini

Sono molti i bambini che, sin dalla primissima infanzia, soffrono di stitichezza. Tra le cause principali di questo disturbo vi sono diversi fattori tra cui; una dieta sbagliata, un’alimentazione povera di fibre, minerali, liquidi e ricca, invece, di grassi e cibi sempre più raffinati.

Durante l’infanzia se il bimbo è allattato al seno sono poche le probabilità che sia stitico se l’alimentazione della mamma è completa ed è ricca di fibre e sali minerali. Se il bimbo è allattato invece con il biberon e soffre di stitichezza ciò potrebbe dipendere o dall’introduzione troppo precoce di cibi solidi oppure dal fatto che il latte artificiale non è adeguatamente diluito nell’acqua.

Dopo il primo anno di vita è più difficile capire se la stitichezza sia di tipo alimentare o abbia, invece, altre cause (per esempio, il passaggio dal pannolino al vasino potrebbe essere recepito dal bimbo negativamente causandogli un blocco intestinale di natura psicologica). In ogni caso se la dieta del piccolo è ricca di sali minerali contenuti nelle verdure, vitamine (frutta e verdure) e liquidi non dovrebbero esserci problemi.
La stitichezza nei bambini più grandi può avere cause diverse anche se nella maggior parte dei casi queste hanno a che fare con una dieta sbagliata e una cattiva alimentazione. Difficile, infatti, che un bimbo che assume la giusta dose di fibre, legumi, verdura, frutta, liquidi ne soffra.
Di seguito gli alimenti consigliati per combattere la stitichezza:

Olio d’oliva : Contro la stitichezza dei bambini, basta aggiungerne un cucchiaino nella pasta o nel brodo vegetale. Facilità il lavoro dello stomaco nel processo digestivo e ammorbidisce le feci.

Barbabietole : Sono fra gli ortaggi più consigliati. Le barbabietole sono più efficaci mangiate bollite.

Mela cotta : Quando la stitichezza è persistente, si può proporre ai bambini la mela cotta. E’ molto buona e non occorre aggiungere lo zucchero. Ricca di fibre solubili e insolubili che aumentano il volume delle feci e stimolano l’evacuazione. La mela cotta si può aggiungere anche alle pappe e al latte.

Arance : Mangiarne spesso anche spremute ammorbidisce le feci grazie alle fibre e alla vitamina C. I flavonoidi fungono da lassativo. Al posto dei succhi in commercio, troppo ricchi di zuccheri, coloranti e conservanti, le arance appena spremute sono ideali per una sana merenda.

Legumi: Hanno un notevole quantità di fibre che favoriscono il corretto funzionamento dell’intestino. Assieme ai cereali, i legumi contribuiscono ad apportare gli amminoacidi necessari all’organismo,

Lamponi: Questi frutti sono ricchi di fibre che facilitano la mobilità del cibo favorendo la digestione e nutrendo i batteri buoni utili a depurare l’intestino.

Prugne: A questo frutto si ricorre spesso per il suo effetto lassativo. La prugna è ricca di fibre e di zuccheri efficaci come lassativo naturale. Facilitano l’eliminazione delle feci rendendole più morbide. Si tratta di un frutto ricco di potassio e vitamina A.

Frutta secca: Anche la frutta secca è consigliata nel caso di stitichezza. Ottime le noci e le mandorle che hanno un effetto emolliente e danno un apporto notevole di calcio utile per la crescita sana delle ossa.

Anguria: Contribuisce all’idratazione ed è ricco di vitamine e sali minerali. I semi hanno un effetto lassativo e depurativo per l’intestino. Ai bambini piace molto perché li rinfresca.

Fichi d’India: Questo frutto spesso poco considerato è efficace contro la stitichezza in quanto contiene dei semi che agiscono come le fibre nel depurare l’intestino.

Miele: Mangiato ogni giorno ha sull’intestino un’azione regolatrice.

Crusca di frumento: Ideale per regolarizzare il tratto intestinale. Ottimi gli alimenti integrali per combattere la stitichezza, come la pasta e il pane.

 


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online