Analisi impedenziometrica - Dr.ssa Cultrera Concetta

Analisi impedenziometrica

analisi-impedenziometrica

Quando si decide di intraprendere un percorso nutrizionale finalizzato ad un miglioramento sia fisico che mentale della nostra vita quotidiana, bisogna tener conto di alcuni passaggi fondamentali.

Vorrei partire da un’importante premessa: spesso con le diete improvvisate “fai da te” la perdita di peso non è dovuta al solo decremento di massa grassa ma anche di massa muscolare ed acqua, componenti indispensabili sia al corretto funzionamento cellulare che al mantenimento di un buon metabolismo basale (ovvero il dispendio energetico di un organismo vivente a riposo, comprendente dunque l’energia necessaria per le funzioni metaboliche vitali come la respirazione, la circolazione sanguigna, la digestione ecc).

Il fabbisogno energetico si riduce ed il corpo si predispone all’accumulo di grasso.

Inoltre, cicli ripetuti di perdita di peso (effetto yo-yo) non fanno altro che aumentare il grasso corporeo soprattutto a livello addominale, aumentando il rischio di patologie correlate al sovrappeso viscerale, come malattie Cardiovascolari, Ipertensione, Dislipidemie e Diabete.

Risulta quindi fondamentale puntare sulla qualità della perdita di peso e non sulla rapidità dell’intervento unitamente ad un’attività fisica costante in modo tale da avere una maggior perdita di massa grassa e col tempo anche un aumento della massa magra.

Durante la prima visita presso il mio studio, dopo un primo colloquio conoscitivo con i miei pazienti, in cui prendo nota dei dati personali e della storia di ognuno, un’attenzione particolare viene da me rivolta a due passaggi fondamentali per un corretto percorso nutrizionale :

  • rilevamento di dati antropometrici quali, peso, altezza e circonferenze corporee con calcolo del BMI (Body Mass Index, indice di massa corporea, un numero che esprime la relazione tra il peso di una persona e la sua altezza e permette di stabilire quanto il nostro peso sia al disopra o al disotto della giusta proporzione) e del rischio metabolico, ovvero il rischio che aumentinole probabilità di malattie cardiache ed altri problemi di salute come il diabete e l’ictus;
  • analisi impedenziometrica per la determinazione del contenuto idrico nonché della composizione corporea, in termini di massa magra e massa grassa, e calcolo del metabolismo basale.

Quest’ultima ricopre un ruolo fondamentale nelle mie valutazioni, ed in quanto tale vorrei chiarire, per tutti i miei attuali e futuri pazienti, il concetto di Analisi Impedenziometrica cos’è, a cosa serve, perché è importante.

 

COS’E’

E’ una metodica diagnostica, attendibile e all’avanguardia, che permette di valutare la composizione corporea in termini di acqua, massa grassa e massa magra, al fine di monitorare i risultati di un programma dietetico o di un’attività fisica. Il peso è dato dalla somma della quantità (kg) di grasso, della quantità (kg) di muscoli, dei litri di acqua, degli organi, dei tessuti, dei capelli e degli annessi cutanei.

Il grasso corporeo ha una bassa densità e occupa un elevato volume: viene utilizzato dall’organismo umano come riserva di energia e non richiede calorie per conservarsi. Al contrario, la massa muscolare vanta una elevata densità corporea, occupa meno volume del grasso e, per mantenersi al top, necessita di un’alta dose di proteine.

Ne consegue che tra due individui a parità di peso, una persona può essere obesa, l’altra tonica e muscolosa. Da qui l’importanza di valutare la specifica “composizione corporea” di un soggetto.

 

CHE COSA MISURA

L’impedenziometria monitorizza i seguenti parametri: chili e percentuali (reale e ideale) rispettivamente di grasso e massa muscolare; metabolismo basale; acqua corporea; indice di ritenzione; peso auspicabile.

 

A CHE COSA SERVE E PERCHE’ E’ IMPORTANTE

E’ utile per monitorare i risultati di un programma dietetico associato ad un’attività fisica, ed a valutare il grado di ritenzione idrica; pertanto permette di impostare programmi di allenamento, diete e terapie medico estetiche mirate.

È’ fondamentale per il medico tenere sotto controllo la composizione corporea del paziente, in quanto ogni dieta comporta un deficit calorico e un’alterazione del metabolismo a cui l’organismo fa fronte utilizzando (bruciando) il tessuto adiposo.

Tuttavia può capitare che in alcune condizioni venga catabolizzata anche la massa muscolare (massa magra), e il medico deve essere pronto ad arrestare tale processo, modificando la dieta.

In conclusione, L’impedenziometria permette di valutare la corretta o la mancata perdita di peso; è possibile che un paziente non perda peso, ma che con la dieta la sua massa grassa si trasformi in massa muscolare.

Personalmente, ritengo quest’esame molto utile per avere un quadro più preciso del proprio stato nutrizionale ed idrico, ed è di primaria importanza per chi fa vita sedentaria, per chi fa sport, per chi segue già un regime dietetico, per chi si alimenta in modo disordinato e per chi desidera una migliore forma fisica.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online