Cibi consigliati in caso di carenza di ferrro - Dr.ssa Cultrera Concetta

Cibi consigliati in caso di carenza di ferrro

carenza-di-ferro

La carenza di ferro è una patologia molto comune e spesso causa fastidi e disagi: in alcuni casi si tratta di più di una semplice carenza ma nella maggior parte dei casi basta variare la propria dieta inserendo alimenti che contengono ferro per aiutare il nostro organismo a riequilibrarsi. Il ferro è necessario al nostro organismo in quanto aiuta il trasporto di ossigeno e dunque se c’è carenza di ferro vuol dire che ci sono pochi globuli rossi nel sangue.

Tra i principali sintomi : sono comuni la stanchezza, il pallore con tanto di occhiaie, le unghie fragili, i giramenti di testa, un respiro affannoso con battito cardiaco accelerato nei casi più gravi. Nei casi ancora più gravi la mancanza di ferro può portare problemi a tutto il sistema immunitario ma chiaramente si tratta di sintomi che compaiono solo se si sottovaluta il problema oppure se non si interviene tempestivamente.

COSA MANGIARE E COSA EVITARE SE SI SOFFRE DI CARENZA DI FERRO

Alimenti sì:

  • carne: magra, rossa o bianca (anche il pollo contiene ferro)
  • legumi: anche i legumi sonoottime fonti di ferro (nonché di acido folico). Per quanto il ferro dei legumi sia meno assimilabile di quello della carne, un loro consumo frequente può essere una valida alternativa. Tra i più ricchi ricordiamo le lenticchie, i fagioli secchi, i ceci e le fave
  • pesceazzurro
  • spinaci
  • patate
  • frutta secca (mandorle, noci e nocciole)
  • cacao amaro
  • fegato
  • le verdure: contengono ferro, anche se in forma meno assimilabile. Tra le più ricche di ferro ricordiamo peperoni, spinacie fiori di zucca.

Tutti questi alimenti sono molto ricchi di ferro. Il trucco è consumare nello stesso pasto questi alimenti e alimenti ricchi di vitamina C (come il limone, le arance e altri agrumi) che contribuiscono al massimo assorbimento del ferro: è molto semplice, basta per esempio condire le verdure con succo di limone fresco per garantirsi sapore e salute.

Un ulteriore modo per aggiungere ferro alla dieta, è condire gli alimenti con erbe aromatiche. Tra le erbe con più elevato tenore di ferro ricordiamo: il timo. il basilico, la menta, la maggiorana, l’origano e il rosmarino.

Vanno invece evitati perché inibiscono l’assorbimento di ferro:

  • Latticini: Il latte e i suoi derivati, infatti, sono alimenti ricchi di calcio, minerale che ostacola l’assorbimentointestinale di ferro. Non è necessario eliminare questi alimenti, ma è bene consumarli con moderazione; si consiglia, in particolare, di evitare di abbinare nello stesso pasto latticini e alimenti ricchi di ferro
  • Uova
  • cioccolato
  • vino rosso
  • spinaci

Bisognerebbe poi:

  • ridurre il consumo di fibre: Il giusto apporto di fibregarantisce sicuramente molti benefici al nostro organismo. Tuttavia è bene non esagerare . I cereali integrali, la crusca e, in generale, tutte le fibre o i prodotti che le contengono, riducono infatti l’assorbimento di ferro e altri nutrienti come le vitamine a livello intestinale.
  • limitare il consumo di tè, caffèe vino in quanto riducono l’assorbimento di ferro.

Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online