I CIBI DA PREDILIGERE E DA EVITARE DURANTE IL CICLO MESTRUALE - Dr.ssa Cultrera Concetta

I CIBI DA PREDILIGERE E DA EVITARE DURANTE IL CICLO MESTRUALE

fasi-ciclo-mestruale

Durante il ciclo mestruale è tipico avere uno stimolo della fame non indifferente. Tuttavia, è risaputo che ci sono alcuni cibi che potrebbero peggiorare i fastidi legati a questo periodo del mese. Quindi, se vogliamo che quei fastidiosi crampi e gonfiore addominale se ne vadano presto, l’alimentazione è una delle prime cose a cui fare attenzione.

Ecco una lista di alimenti da cui tenersi alla larga durante i giorni del flusso mestruale.

  1. Fritti: anche se è sicuramente molto difficile rinunciarci occorre consumare con moderazione questa tipologia di cibi perché può peggiorare gli sbalzi d’umore tipici della sindrome premestruale.
  1. Cibi eccessivamente grassi: mentre mangiare carne può essere un aiuto grazie al ferro in essa contenuto, consumare cibi tropo grassi può farci solo stare peggio in quanto può portare a crampi, acne e gonfiore addominale.
  2. Latticini: questo tipo di alimenti è decisamente da evitare. I latticini contengono acido arachidonico che induce i crampi mestruali.
  1. Caffeina: le bevande contenenti caffeina rischiano di peggiorare i sintomi legati alla sindrome pre -mestruale. Soprattutto se siamo solite sentirci stanche e irritate, questo tipo di bevande può alzare la pressione e il battito cardiaco e portare solo più tensione e ansia.
  1. Cereali raffinati: questa tipologia di cibo contribuisce a peggiorare il gonfiore addominale. Al contrario, i cereali integrali sono indicati perché sono un aiuto per mantenere la regolarità intestinale. Quindi, anche se ci piace tanto mangiare prodotti realizzati con farina bianca e pane, dovremmo davvero evitarli.
  1. Alcool: l’alcool può provocare ritenzione idrica che, come abbiamo detto, non aiuta durante quei giorni. E’ preferibile dunque limitare al minimo il consumo di bevande alcoliche.
  1. Cibi che causano gonfiore: gli ormoni coinvolti nel ciclo mestruale causano ritenzione idrica e quindi gonfiore. Evitare bibite gassate o contenenti anidride carbonica, cibi molto salati, surgelati, fast food e fagioli.

 

I cibi invece da prediligere sono: il pesce azzurro che è ricco di omega 3, gli acidi grassi che riducono anch’essi l’intensità dei crampi mestruali, alcuni cereali in particolare i fiocchi d’avena ma anche altre alimenti quali il lievito di birra secco, il germe di grano, le arachidi, la crusca, i pistacchi, le lenticchie e le noci che contengono la vitamina B1.

Efficaci per combattere il dolore possono essere alcuni semi: quelli di lino o i semi di girasole crudi, ricchi di vitamina E che aiuta ad alleviare il dolore, e che può essere trovata anche nell’olio di germe di grano e vergine di oliva, nell’olio di girasole, nell’olio di semi d’uva e di sesamo, nelle arachidi, nelle mandorle dolci, nei pinoli, nel prezzemolo secco, nella salvia, nel rosmarino e nel timo secco, nel tonno in olio, nella passata di pomodoro, nell’avocado e nelle noci.

Fra i vegetali : sono ottime le barbabietole rosse per l’apporto di magnesio, che esercita una azione antispastica e rilassante sull’utero, ma anche spinaci cotti, ceci cotti, albicocche secche, fagioli bianchi e rossi cotti, mais bollito, broccoli, patate al forno, noci, semi di girasole, mandorle, fichi, fichi secchi, prugne, banane.

Questi alimenti possono essere alternati e integrati anche con i carboidrati complessi (pane, riso e pasta) che hanno un effetto calmante e le vitamine del gruppo B, in particolare la B1, presente in cereali integrali, legumi, fegato, molluschi, germe di grano, crusca, funghi e lievito di birra e la B6 che si trova negli spinaci, nei piselli, nei cereali integrali le quali assicurano il corretto funzionamento del sistema nervoso e sembrano fare diminuire anche i sintomi dolorosi.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online