DIETA CONSIGLIATA IN CASO DI APPENDICITE - Dr.ssa Cultrera Concetta

DIETA CONSIGLIATA IN CASO DI APPENDICITE

appendice

L’appendicite è un processo infiammatorio, di natura acuta o cronica, che colpisce l’appendice cecale. Per chi soffre di appendicite l’alimentazione è, infatti, molto importante e basta a volte un semplice aggiustamento dietetico per migliorare il quadro sintomatologico e talvolta quello patologico.

La dieta può innanzitutto essere usata come strumento “preventivo” nei confronti dell’appendicite; è ormai assodato che una dieta sana ed equilibrata che apporti un corretto contenuto di fibre riduce sensibilmente il rischio di appendicite.

La questione è diversa nel caso in cui il processo infiammatorio non sia da prevenire, ma sia già in corso. In questi casi si può effettivamente parlare di dieta per l’appendicite e si rende necessario ricorrere ad alcune limitazioni.

È buona norma innanzitutto adottare alcune accortezze come quella di consumare pasti abbastanza piccoli ripartendoli nel corso della giornata. La masticazione dei cibi deve essere lenta e accurata; tali accortezze, accorciando il processo digestivo lo facilitano notevolmente. Nel periodo di “cura” è consigliabile evitare, o comunque ridurre alcuni alimenti tra cui:

  • alcolici e superalcolici
  • bibite gassate
  • cacao e cioccolato
  • caffè, tè, Coca Cola e, in generale, le bevande contenenti caffeina
  • carni grasse
  • curry, noce moscata, pepe, peperoncino
  • formaggi fermentati e grassi
  • insaccati
  • lardo, strutto
  • pasticceria elaborata
  • pesci grassi, crostacei e molluschi
  • spezie.

I cibi consigliati sono invece:

  • verdure (carote, finocchi, insalata, melanzane e zucchine)
  • carni bianche o rosse magre (preferibilmente adottando metodi di cottura abbastanza “soft” come la cottura ai ferri o al vapore)
  • pesci magri lessati o grigliati
  • alimenti probiotici, yogurt ecc.

Chi ama particolarmente il latte dovrebbe orientarsi preferibilmente su quello scremato o su quello parzialmente scremato. Chi consuma molti formaggi dovrebbe scegliere quelli più magri o comunque limitare le porzioni fin quando la situazione non ritorna alla normalità

Si dovrebbero preferire piatti semplici evitando le fritture e particolari elaborazioni. Le bevande non dovrebbero essere né eccessivamente calde né particolarmente fredde.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online