Gli 8 alimenti che digeriamo più facilmente - Dr.ssa Cultrera Concetta

Gli 8 alimenti che digeriamo più facilmente

8alimentidigerirevelocemente

Una sana digestione è molto importante per la nostra salute e per il nostro benessere quotidiano.

Purtroppo, molte persone accusano problemi digestivi; costipazione, gas, diarrea o gonfiore creano uno stato di malessere generale. In alcuni casi questi problemi sono dovuti ad un’intolleranza alimentare, che una volta riconosciuta ed accertata, può essere superata con una corretta ed appropriata alimentazione, in altri casi, invece, è possibile che queste problematiche siano riconducibili a malattie croniche che colpiscono il sistema digestivo, come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS e la malattia di Crohn (malattia infiammatoria cronica dell’intestino).

Per questo motivo, chi soffre di questi disturbi tende a prediligere cibi semplici e che si possano digerire facilmente.

Diamo uno sguardo da vicino a quelli che sono gli alimenti che il nostro organismo riesce a digerire più facilmente rispetto ad altri.

  1. Riso: il riso contiene principalmente carboidrati ed è molto facile da digerire. Il riso bianco può essere digerito più velocemente del riso integrale, anche se la varietà integrale è più nutriente.

Consiglio di non far raffreddare troppo il riso dopo la cottura in quanto, raffreddandosi, l’amido di riso si trasforma in amido resistente, il che significa che può creare qualche problema alla digestione.

  1. Carne magra: le carni magre come il pollo ed il tacchino sono alimenti ad alto contenuto di proteine e facilmente digeribili.
  2. Banane mature: le banane sono un frutto molto nutriente e contengono principalmente carboidrati sotto forma di amido o zucchero, a seconda della loro maturità. Sono facili da digerire in quanto l’amido viene trasformato in monosaccaridi e in disaccaridi come il saccarosio, il glucosio e il fruttosio (zuccheri semplici), ed è proprio quando l’amido diventa zucchero semplice che la digestione è più veloce. Le banane verdi, invece, sono più difficili da digerire, in quanto contengono un elevato contenuto di amido resistente, che ostacola la digestione.
  3. Patate bollite: le patate sono ricche di carboidrati e contengono diversi importanti nutrienti. A differenza delle patate crude che contengono molto amido resistente che, come evidenziato poc’anzi, non viene digerito con facilità dal nostro organismo, la loro cottura rende gli amidi, rappresentanti il 15-20% del loro peso, facilmente digeribili. Le patate bollite sono l’opzione migliore per una facile digestione anche rispetto alle patate al forno; anche quest’ultime, infatti, contengono l’amido meno resistente.
  4. Bianchi d’uovo: le uova rappresentano uno degli alimenti più nutrienti: la maggior parte dei nutrienti sono contenuti nel tuorlo che, consistendo principalmente di grasso, potrebbe risultare più difficile da digerire; l’albume, invece, contiene principalmente proteine, notoriamente più digeribili. Le uova sono spesso consigliate per le persone con sindrome dell’intestino irritabile (IBS), un disturbo che colpisce il sistema digestivo, con sintomi quali gonfiore, gas, dolore allo stomaco, costipazione e diarrea.
  5. Pesce magro: mangiare pesce ha tanti benefici per la nostra salute. Il pesce magro per eccellenza è il merluzzo; esso contiene proteine di origine animale solitamente più facili da digerire rispetto a proteine vegetali, come i grani ei legumi.
  6. Frutta e Verdura: la frutta e la verdura sono alimenti ottimi per la digestione, perché la maggior parte di essi è ricca di fibre. La fibra ha il valore aggiunto di regolare i movimenti intestinali.
  7. Alimenti ricchi di probiotici e prebiotici: I probiotici e i prebiotici sono ottimi per il sistema digerente, perché contengono batteri “buoni” che contrastano i batteri “cattivi” che possono trovarsi nel nostro intestino. Questi elementi si trovano in alimenti come lo yogurt, gli asparagi, la cipolla, le lenticchiee i cereali integrali, tra gli altri.

Tra gli alimenti considerati, invece, negativi per la digestione ci sono invece: i cibi piccanti, la caffeina, le bibite dolcificate, l’alcool e i latticini.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online