Glicemia alta cosa mangiare e cosa evitare - Dr.ssa Cultrera Concetta

Glicemia alta cosa mangiare e cosa evitare

glicemia-alta

Con il termine glicemia, si indica la quantità di glucosio presente nel nostro sangue. E’ molto importante mantenere la giusta concentrazione di glucosio nel sangue in quanto esso permette a tutte le cellule del nostro organismo di funzionare correttamente. Il glucosio è, infatti, la loro principale fonte energetica, ed è indispensabile per i meccanismi cerebrali. Sia la carenza (detta ipo-glicemia), sia l’eccesso (detto iper-glicemia) di glucosio nel sangue possono risultare molto nocivi.

La glicemia si alza dopo i pasti e diminuisce col digiuno. Alti livelli di glicemia, di solito, indicano una condizione di prediabete, ossia la fase che precede una diagnosi di diabete mellito di tipo II. Le cause che determinano alti livelli di glicemia sono molteplici. Sembra che l’ereditarietà e i fattori ambientali siano i principali responsabili. Per fattori ambientali si intende una cattiva alimentazione, la sedentarietà, lo stress, uno stile di vita disordinato. L’obesità è un fattore fondamentale che predispone all’iperglicemia e al diabete e pertanto, in questi casi, è altamente raccomandata la perdita di peso attraverso un regime alimentare ipocalorico e una moderata attività fisica. Anche i pazienti normopeso o sottopeso affetti da iperglicemia beneficiano di un’alimentazione corretta e di uno stile di vita sano.

Vediamo nel dettaglio come è possibile abbassare i livelli di glicemia seguendo una corretta alimentazione ovvero cosa mangiare e cosa non mangiare.

 

Tra le categorie di cibi più diffuse per la regolazione della glicemia troviamo sicuramente i seguenti:

  • Cereali integrali: basti pensare all’avena, un alimento fondamentale per chi soffre di diabete in quanto, avendo un processo digestivo piuttosto lungo, consente al glucosio di raggiungere il flusso ematico in modo graduale. Consigliati per chi soffre di glicemia alta sono anche riso parzialmente bollito (parboiled), pasta integrale e orzo;
  • Pesce: Il pesce è ricco di omega 3 e omega 6, queste sostanze sono molto importanti per regolare la glicemia;
  • Carne: per favorire la regolazione della glicemia con la carne il paziente deve assumere solo carni magre, come il tacchino, il pollo o la bresaola. Evitare carni troppo grasse, frattaglie, carne macinata, in scatola o preconfezionata;
  • Frutta, verdura e legumi: gli asparagi e i broccoli ad esempio sono ricchi di antiossidanti in grado di ridurre i livelli di glucosio nel sangue. Per quanto riguarda la frutta, invece, bisognerebbe prediligere quella a maggior contenuto di fibra e minor contenuto di zuccheri. Gli agrumi, per il loro contenuto di fibre, acidi organici ed antiossidanti, sono i frutti da preferire.

Gli alimenti caseari e le uova andrebbero consumati una o due volte a settimana preferendo formaggi magri e latte scremato. E’ importante, inoltre,che non si faccia un abuso di carboidrati, anche se molti alimenti che li contengono sono ricchi di altre sostanze che aiutano l’insulina a svolgere la sua funzione per abbassare la glicemia.

Una raccomandazione utile per i soggetti diabetici è quella di seguire una dieta ricca di fibre vegetali in modo da riuscire a controllare il livello della glicemia e da ridurre contemporaneamente i valori di colesterolo cattivo nel sangue.

 

Cosa non mangiare:

Tra i cibi non permessi per chi soffre di glicemia troppo alta ricordiamo soprattutto i seguenti:

  • Succhi di frutta confezionati, perché sono ricchi di zuccheri aggiunti;
  • Cibi ad alto contenuto di grassi e di carboidrati . Da evitare sono quegli alimenti ricavati dallafarina bianca come il pane comune e la pizza farcita meglio preferire il pane integrale e la pizza realizzata con cereali non raffinati;
  • Birra, Bevande zuccherate e liquori dolci;
  • Formaggi grassi , panna e margarina vegetale;
  • Tutti i cibi reperibili nei fast-food (il famoso cibo spazzatura);
  • Gli insaccati e i salumi in generale;
  • Carne troppo grassa;
  • Prodotti da forno confezionati;
  • Evitare un eccessivo consumo di sale.

 

Un consiglio a chi soffre di glicemia alta è quello di non abbuffarsi, ossia di non assumere dei pasti troppo abbondanti in poco tempo, preferire piuttosto piccoli spuntini più volte al giorno.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online