LA DIETA IDRICA - Dr.ssa Cultrera Concetta

LA DIETA IDRICA

dietaidrica

Mese di luglio, piena estate, spesso ci si ritrova a combattere con quei chili di troppo che durante l’inverno non siamo riusciti a smaltire. Si sente parlare di dieta idrica, ma cos’è e di cosa si tratta?

Quando si parla di dieta idrica si tratta di un regime alimentare utile per perdere peso e dimagrire ma anche per disintossicare e depurare il proprio corpo dalle tossine . E’ una dieta in voga in questo periodo e consente di dimagrire seguendo un menù a base di liquidi una volta a settimana.

Molti studi scientifici hanno dimostrato che diminuire le calorie assunte per un breve periodo di tempo può essere la soluzione migliore per difenderci da alcune malattie, vivere più a lungo e dimagrire. E’ nata negli Stati Uniti ed è giunta da poco anche in Italia.

E’ a mio parere una buona scelta a patto però che venga seguita in senso stretto per un solo giorno a settimana. Digiunare, infatti, non va mai bene, ma se per un giorno a settimana si beve molta acqua , almeno un litro e mezzo, e si sostituisce il cibo solido con centrifugati di verdura e frutta, si possono ottenere benefici per tutto l’organismo.

Come funziona?

Nel corso di tutta la settimana va seguito un regime alimentare equilibrato. Si devono assumere fra le 1200 e le 1400 calorie. Un giorno a settimana invece vanno consumati esclusivamente cibi liquidi e si devono eliminare quelli solidi. In questa giornata vanno assunte solo 500 calorie. Così facendo si bruciano più in fretta i grassi, si riattiva il metabolismo. L’energia arriva dal fruttosio dei centrifugati di frutta e verdura di stagione. Da abolire invece i succhi di frutta commerciali che hanno il 45 per cento di saccarosio. E’ possibile aggiungere uno yogurt magro per le proteine.

Questa dieta consente una certa flessibilità ed il giorno in cui seguirla lo potete scegliere voi. Tutti gli altri giorni della settimana si devono consumare almeno tre pasti al giorno e due spuntini. Il consiglio degli esperti è quello di mangiare cereali integrali, legumi, verdure, pesce e carne magra, frutta di stagione.

 

 

Anguria, melone, fragole, arance, ananas, ma anche lattuga, pomodori, cetrioli, finocchi e germogli di soja: nella dieta idrica non possono proprio mancare in quanto costituiti da oltre il 90% di acqua. Infatti fatto conto che 100 grammi di acqua presenti in un alimento equivalgono a circa mezzo bicchiere, per berne l’equivalente di uno basta consumare una porzione di frutta o verdura da 200 gr. Bisogna tener presente però che, con la cottura, la frutta e la verdura, ma anche la carne e il pesce, tenderanno a disidratarsi, a meno che non si usi il forno a microonde. Mentre, al contrario, legumi secchi e pasta cuocendosi si impregnano d’acqua, assorbendone almeno il 60%.

In linea generale, più acqua contiene l’alimento, meglio sarà per la linea: si riduce infatti l’apporto di proteine, grassi e zuccheri.

Controindicazioni

La raccomandazione è di non protrarre a lungo questa dieta perché non permette al corpo di avere tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online