L’anguria il frutto dell’estate - Dr.ssa Cultrera Concetta

L’anguria il frutto dell’estate

anguria

Spesso durante l’estate ci si sente stanchi e privi di forze. Uno dei rimedi più efficaci per resistere alla morsa del caldo, è rappresentato dall’anguria.

L’anguria è considerata uno dei simboli dell’estate per antonomasia, il frutto di stagione per eccellenza. Mangiata in spiaggia, come sostituto di un pasto, per merenda o dopo cena; fresca o perfino fredda, vi permetterà in pochi minuti di recuperare i sali minerali che avete perso con l’inevitabile sudorazione.

E’ composta per il 95% circa di acqua, è ricca di vitamine, vitamine A e C, potassio, fosforo e magnesio e tante altre proprietà nutritive benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. La presenza di vitamina C e potassio in particolare avrebbe un’azione depurativa e detossificante che rende l’anguria un frutto ideale per contrastare in maniera naturale la ritenzione dei liquidi, il gonfiore alle gambe e l’ipertensione. Essendo un frutto altamente diuretico l’anguria aiuta anche la disintossicazione dei reni e della vescica contrastando la crescita dei batteri, aiutando quindi a prevenire la cistite.

Possiamo consumare anche i semi dell’anguria che hanno un’azione lassativa in quanto sono ricchi di fibre ma anche di proteine, antiossidanti, vitamine e sali minerali. Non bisogna però eccedere perché una quantità eccessiva potrebbe portare a dolori addominali.

Questo frutto rinforza il sistema immunitario, ha proprietà antinfiammatorie, migliora l’aspetto della pelle e dei capelli, aiuta la circolazione e la solidità delle ossa.

L’anguria è ricca di carotenoidi in grado di combattere l’azione dei radicali liberi e quindi l’invecchiamento delle cellule. Tra questi il licopene, a cui deve il suo colore rosso, un nutriente importante in quanto sarebbe in grado di ridurre il rischio di ammalarsi di diversi tipi di cancro. E ancora: l’anguria è ricca di citrullina, un amminoacido che assicura l’equilibrio della pressione e mantiene elastiche le pareti arteriose e sarebbe quindi in grado di prevenire l’ipertensione e le malattie cardiache. Secondo alcune ricerche, una fetta di anguria al giorno sarebbe addirittura in grado di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

Il suo consumo può inoltre contribuire a migliorare la qualità del sonno. Mangiare un paio di fettina di anguria dopo cena può stimolare nell’organismo la produzione di serotonina, per via del suo contenuto di carboidrati. Quando, nelle ore serali, i livelli di serotonina salgono, il cervello è meno sensibile ai segnali di disturbo, come i rumori, favorendo sonni tranquilli.

Indubbiamente le calorie dell’anguria sono poche, così come gli zuccheri, ma occorre fare attenzione alle porzioni. Se si esagera con le quantità, infatti, non solo aumentano le calorie ingerite, ma anche gli zuccheri (soprattutto se nel corso della giornata si consuma altra frutta). Chi soffre di colon irritabile, ritenzione di liquidi, cattiva circolazione o sta cercando di dimagrire potrebbe sentirsi poi particolarmente gonfio dopo un consumo esagerato.

Come conservare l’anguria

Il frutto, se le sue dimensioni lo permettono, può essere conservato senza problemi per alcuni giorni in frigorifero, quando non è ancora stato aperto. Se l’anguria è invece già stata affettata, è bene evitare la pellicola trasparente. È consigliabile piuttosto conservare l’anguria già tagliata a cubetti e privata della buccia in un contenitore per alimenti o in uno scolapasta appoggiato su di una ciotola (in cui si raccoglierà l’acqua che può colare dal frutto) da riporre in frigorifero. L’anguria tagliata deve comunque essere consumata al più presto.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online