LE PROPRIETA’ DEI GERMOGLI DI SOIA - Dr.ssa Cultrera Concetta

LE PROPRIETA’ DEI GERMOGLI DI SOIA

germoglisoia

I germogli di soia sono alimenti vivi che racchiudono i nutrienti migliori della pianta da cui nascono; provengono dalla germinazione dei semi della soia, legume molto diffuso in tutto il mondo.

Attualmente la soia è una delle coltivazioni più diffuse in gran parte del mondo per il largo uso che di questo seme si fa anche nell’alimentazione degli animali. I germogli sono le piccole piantine che nascono dai semi, posti a germinare in ambienti umidi e luminosi, e possono essere consumati sia crudi che cotti.

Le proprietà e i benefici

I germogli di soia sono molto ricchi di acqua, di vitamine (soprattutto vitamina C) e sali minerali preziosi per il nostro organismo come il potassio e il fosforo. Al pari di altre varianti di germogli possono essere considerati dei veri e propri integratori naturali che ci aiutano anche a stimolare la diuresi e disintossicare il corpo.

Sono numerosi i benefici per la nostra salute. Si tratta, infatti, di alimenti ricchi di enzimi che favoriscono la digestione, inoltre sono poco calorici, non hanno grassi e apportano una buona dose di proteine. Hanno anche un buon contenuto di fibre, utile ad aumentare il senso di sazietà e a regolarizzare l’attività dell’intestino. All’interno dei germogli di soia troviamo inoltre la lecitina, sostanza contenuta nel legume che aiuta a regolare i livelli di colesterolo nel sangue, e fitoestrogeni, ovvero ormoni naturali che possono essere utili soprattutto nel periodo della menopausa al fine di aiutare la donna a tenere a bada gli sbalzi ormonali e i conseguenti fastidi.

Alcune recenti ricerche, infine, attribuiscono alla soia proprietà antitumorali. Ricchi di vitamine e minerali, aiutano l’organismo a mantenersi giovane e in salute. Sembra inoltre che i germogli di soia siano utili a rallentare la caduta dei capelli e contrastino l’osteoporosi grazie al fatto che le proteine in essi contenute aiutano ad assimilare la vitamina D, sostanza fondamentale per la salute delle ossa.

È preferibile astenersi dal consumo di germogli di soia crudi perché contengono fitati, sostanze (che scompaiono con la cottura) che se assunte in quantità elevate possono comportare la riduzione dell’assorbimento di alcuni importanti nutrienti per l’organismo come ferro, calcio e magnesio.

È bene inoltre non eccedere con il consumo di questo alimento poiché anche gli isoflavoni ad alte dosi possono risultare nocivi andando a interferire, per esempio, con il funzionamento della tiroide.

Sarebbe meglio acquistare germogli di soia biologici ed essere sicuri che non siano OGM, cercando sull’etichetta l’apposita dicitura. Per quanto riguarda gli utilizzi in cucina dopo essere stati scottati per qualche minuto in acqua bollente, i germogli di soia possono essere aggiunti a insalate insieme a lattuga, pomodori e altre verdure. Possono anche essere utilizzati per arricchire altre verdure come peperoni, carote e zucchine e aggiunti alla pasta o alle zuppe. In alternativa è possibile mangiarli da soli, saltati in padella con un po’ di olio extravergine d’oliva e qualche goccia di salsa di soia.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online