PERCHE’ FANNO BENE I CENTRIFUGATI E GLI ESTRATTI? - Dr.ssa Cultrera Concetta

PERCHE’ FANNO BENE I CENTRIFUGATI E GLI ESTRATTI?

centrifugati

Si sente spesso parlare di centrifughe ed estratti. I centrifugati depurativi ad esempio sono alla base di un alimentazione sana ed equilibrata e nel caso in cui si stia seguendo un regime alimentare disintossicante. Sono un valido aiuto anche per chi vuole perdere peso in maniera graduale e salutare. Attenzione però a non considerarli un sostituto del pasto ma una sua integrazione. Un bicchiere di estratto (o centrifugato) viene digerito e assimilato in circa 10-15 minuti e serve quasi esclusivamente per il nutrimento e la rigenerazione delle cellule di tessuti, ghiandole e organi del corpo.

Si tratta di succhi estratti da frutta e verdura fresca, tramite estrattore o centrifuga, che possiedono elementi nutritivi, probiotici, minerali e vitamine in alta concentrazione. Contribuiscono inoltre ad aumentare il fabbisogno giornaliero di liquidi, specialmente nella stagione più calda, dove c’è un maggior dispendio di liquidi tramite il sudore. Inoltre per beneficiare al massimo del potere di un buon centrifugato/estratto, il succo andrebbe bevuto immediatamente, proprio come per le spremute di arancia, per non rischiare di perdere i preziosi nutrienti.

Consumare centrifugati regolarmente aiuta a:

  • rinforzare le funzioni del corpo e del sistema immunitario, mantenendolo libero da tossine e pulendone le cellule;
  • riequilibrare numerosi stati di deficit dell’organismo tra cui mal di testa, costipazione e stress.

Per quanto riguarda la digestione, l’estrattore separa le fibre dal succo, quest’ultimo viene digerito facilmente, senza sovraccaricare il colon e lo stomaco, apportando un beneficio a tutti coloro che soffrono di problemi di digestione e permettendo di acquisire maggiori elementi nutritivi. La digestione è immediata e l’apparato digerente meno sovraccarico.

La miglior frutta e verdura da utilizzare per preparare un buon centrifugato, dovrebbe essere fresca, di stagione e sempre a temperatura ambiente. Se conservata in frigorifero bisogna toglierla prima dell’uso.

La frutta con bassa percentuale di acqua, come ad esempio la banana, non andrebbe centrifugata, per non rovinare la centrifuga, ma può essere ottima per un buon frullato.

La frutta migliore da centrifugare/estrarre è:

  • mele: dobbiamo preferire quelle verdi, che contengono meno zucchero e che grazie alla loro acidità sono un ottimo depuratore del fegato e dello stomaco; sono un antisettico naturale e aiutano la funzione dell’intestino oltre ad essere drenanti;
  • ciliegie, fragole, more e anguria: aiutano a migliorare la funzionalità dello stomaco.
  • pere: stimolano la funzionalità intestinale;
  • limoni:  ricchi di vitamina C, bioflavonoidi e antiossidanti. Aiutano l’ossigenazione dei tessuti e la stabilizzano la pressione sanguigna. Proteggono inoltre il sistema capillare e venoso;

 

Nella preparazione di un centrifugato non si dovrebbe utilizzare esclusivamente frutta, ma associare sempre qualche verdura, per limitare la concentrazione di zuccheri, di cui la frutta è ricca, oppure aggiungendo dello zenzero o qualche altra radice a piacimento.

Tra la verdura da utilizzare troviamo:

  • sedano, cetrioli e vegetali a foglia verde come spinaci, cavolo e le erbe come prezzemolo, zenzero e coriandolo: con il loro sapore aspro e piccante riescono a ben bilanciare anche i centrifugati di frutta, oltre ad essere depurative e drenanti allo stesso tempo;
  • finocchio: bevuto prima dei pasti, aiuta la digestione;
  • rapa: aiuta a depurare il sangue;
  • barbabietola: ha il potere di assorbire le tossine;
  • carote: ricche di vitamine, fanno bene soprattutto per la vista;
  • cavolo: bevuto sempre prima dei pasti, permette di spegnere le infiammazioni dello stomaco soprattutto in caso di reflusso;
  • pomodoro e asparagi: aiutano i reni a lavorare meglio e sono coadiuvanti in caso di acne, ma sono sconsigliati in caso di calcoli renali.

 


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online