Perchè mangiare i cavolfiori? - Dr.ssa Cultrera Concetta

Perchè mangiare i cavolfiori?

coltivazione-cavolfiore

Il cavolfiore appartiene alle crucifere, piante che si contraddistinguono dai fiori a quattro petali disposti a croce, tra cui il ravanello, senape, rucola e ovviamente tutti i tipi di cavoli: cavolo nero, cappuccio, broccolo, di Bruxelles, verze e cavolfiore. Contiene tantissimi elementi nutrienti e salutari: vitamine, minerali, antiossidanti e composti fitochimici ed è considerato fondamentale per la nostra alimentazione, per via della ricchezza e varietà delle sua proprietà benefiche.

Nel dettaglio le principali proprietà benefiche del cavolfiore:

1) E’ un antinfiammatorio naturale: tra le caratteristiche benefiche dei cavoli spiccano le proprietà antinfiammatorie. L’infiammazione è la causa principale di malattie come artrite, patologie cardiache e autoimmuni, che possono comparire a causa di un eccessivo consumo di prodotti di origine animale. Il cavolo è un potente antinfiammatorio naturale, in grado di prevenire e di alleviare le patologie infiammatorie.

2) E’ ricco di ferro e calcio: contiene più ferro per caloria di una bistecca. Inoltre, questo ortaggio è una delle maggiori fonti vegetali di calcio; contiene, infatti, più calcio per caloria del latte. Il nostro corpo sarebbe in grado di assimilare il calcio vegetale ancora meglio rispetto al calcio derivato dai latticini.

3) E’ ricco di fibre e di acidi grassi (omega 3 e omega 6): le fibre sono un macronutriente che abbiamo bisogno di assumere ogni giorno. La carenza di fibre nell’alimentazione può causare, infatti, problemi digestivi e cardiaci, fino a provocare la comparsa di tumori. Gli acidi grassi giocano un ruolo importante nel mantenimento della salute. Una porzione di cavoli contiene circa 120 milligrammi di acidi grassi omega 3 e circa 92 milligrammi di acidi grassi omega 6. Gli acidi grassi essenziali devono essere assunti ogni giorno.

4) Rinforza il sistema immunitario: il cavolo è una fonte importante di sostanze benefiche che aiutano il sistema immunitario a difendere il nostro organismo dalle malattie e dagli attacchi di germi e batteri.

5) E’ un’antiossidante naturale contro i radicali liberi: è ricco di vitamina A e vitamina C, ma anche di carotenoidi e flavonoidi dalle spiccate proprietà antiossidanti, che con la loro azione contribuiscono alla prevenzione dei malanni e dell’invecchiamento precoce. I flavonoidi presenti nei cavoli uniscono benefici antiossidanti e antinfiammatori, che lo rendono un alimento adatto per la prevenzione dello stress ossidativo.

6) Disintossicante e Antitumorale:  È stato provato scientificamente che il consumo di cavoli si rivela efficace per ridurre il rischio di contrarre alcuni tipi di cancro, con particolare riferimento al cancro al seno, alla vescica, alle ovaie, al colon e alla prostata. Il consumo di cavoli aiuta inoltre il nostro organismo a disintossicarsi. Alcuni componenti presenti nel cavolo sarebbero infatti in grado di regolare l’eliminazione delle tossine a livello genetico.

7) Abbassa la pressione: il cavolo è un ottimo alleato contro l’ipertensione e la pressione alta grazie alla presenza dell’acido glutammico, un aminoacido che, come è stato dimostrato, contribuisce notevolmente ad abbassare la pressione sanguigna.

8) Protegge cuore e arterie: sempre il sulforafane migliora la pressione del sangue e le funzioni renali. Recenti ricerche hanno messo in evidenza come gli ortaggi della famiglia delle crucifere, grazie al sulforafano in essi contenuto, riescano, infatti, a riattivare la proteina Nrf2 addetta a mantenere i vasi sanguigni sgomberi dagli accumuli di grasso, principali cause delle malattie cardiocircolatorie come angina, infarto, ictus e, appunto, arteriosclerosi.

9) Amico di stomaco e digestione: protagonista è di nuovo il sulforafano, capace di proteggere il rivestimento interno dello stomaco e di impedire la proliferazione di batteri( in particolare Helicobacter pylori). Il cavolfiore è anche un alimento molto digeribile ed aiuta a perdere peso.

10) E’ vitaminico: Oltre alla vitamina C, il cavolfiore contiene la K, utile per le ossa e la coagulazione, e varie vitamine del gruppo B, compresi i folati.

11) Fa bene durante la gravidanza: l’assunzione di questo ortaggio è indicato soprattutto per le donne in stato di gravidanza perché è una fonte di acido folico (B9), un nutriente necessario per il corretto sviluppo del feto. I folati partecipano alla produzione di globuli rossi e bianchi, alla sintesi del materiale genetico e alla formazione degli anticorpi che danno forza al sistema immunitario. Nel cavolfiore è inoltre presente la colina, fondamentale per lo sviluppo cerebrale del feto, per migliorare la memoria e l’apprendimento e per evitare il declino cognitivo con l’avanzare dell’età.

 

Affinché il cavolo mantenga le proprie caratteristiche benefiche, la cottura non dovrà superare i 5 minuti. Inoltre, per riuscire ad ottenere tutti i benefici per la salute garantiti dai cavoli e dagli ortaggi della famiglia delle crucifere, consiglio di consumarli almeno due o tre volte alla settimana, in porzioni abbondanti.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online