I POTERI CURATIVI DELLA VITAMINA D - Dr.ssa Cultrera Concetta

I POTERI CURATIVI DELLA VITAMINA D

VITAMINAD

La vitamina D è una vitamina liposolubile, cioè si scioglie nei grassi e nel nostro organismo svolge una serie di funzioni molto importanti. Viene introdotta solo in parte con la dieta, mentre la fetta maggiore è prodotta in seguito all’esposizione al sole.

E’ una vitamina ma può essere considerata un vero e proprio ormone che può agire su diversi organi e apparati. Gli studi più recenti infatti confermano che questa vitamina, non è essenziale solo per il benessere delle ossa, ma è fondamentale anche per la prevenzione di molte malattie: dai disturbi neurovegetativi ai tumori, alle infezioni ecc.

Di seguito alcuni buoni motivi per non farsela mancare:

  • Rinforza le ossa:  la vitamina D permette in primis l’assorbimento del calcio a livello intestinale e dunque è fondamentale per prevenire e curare l’osteoporosi, specie nelle donne in menopausa e negli anziani in generale soggetti a un maggior rischio di fratture ossee.
  • Previene le infezioni: La vitamina D è utile per la prevenzione dalle infezioni. Al sole la pelle sviluppa questa vitamina in grado di stimolare poi la pelle stessa a produrre antibiotici naturali in grado di contrastare virus e batteri.
  • Previene i tumori: Nelle persone colpite da tumoreal colon, alla prostata o alla mammella, sono stati riscontrati bassi livelli divitamina D e dunque anche in questo caso, una sua carenza potrebbe aumentarne la predisposizione. Le ragioni tuttavia, in questo caso non sono ancora evidenziate da basi scientifiche
  • Aumenta le difese immunitarie: Recenti studi hanno evidenziato che a bassi livelli di vitamina D c’è una maggiore incidenza di malattieautoimmuni  come ad esempio artrite reumatoide, Lupus e diabete di tipo 1. Questa vitamina infatti sarebbe in grado di legarsi ad alcune cellule di difesa dell’organismo, come i linfociti T e dunque una sua carenza potrebbepregiudicare appunto il funzionamento del sistema immunitario.
  • Previene e contrasta l’Alzheimer: La degenerazione delle cellule del sistema nervoso, favorisce l’insorgenza di malattie come il Parkinson e l’Alzheimer. In ogni caso, i soggetti carenti di questa vitamina nel sangue hanno sviluppato queste malattie degenerativee dunque secondo gli studiosi ci sarebbe una stretta correlazione.
  • Migliora gli stati depressivi: bassi livelli di vitamina D, sono stati correlati ad una maggiore incidenza di stati depressivi. Questo effetto sarebbe dovuto al fatto che esistono molti recettori della vitamina D nelle aree cerebrali e che la vitamina D è in grado di favorire la produzione di serotonina e dopamina, due endorfine che stimolano il buonumore. Sono stati effettuati e sono in corso vari studi per verificare che una integrazione di vitamina D sia in grado di migliorare i sintomi depressivi.
  • Tonifica i muscoli: I muscoli possono lavorare al meglio solo in presenza di calcio. La vitamina D non è importante solo per lasalute dell’apparato osteoarticolare ma anche per i muscoli che possono lavorare al meglio solo con un’adeguata concentrazione di vitamina D nel sangue. Ecco che è ancora più essenziale soprattutto negli anziani, scongiurare le carenze poiché muscoli forti e tonici evitano eventuali cadute.

A livello alimentare si trova soprattutto nei seguenti alimenti:

  • pesci grassi, in particolare sgombro, aringa, tonno, carpa, anguilla e salmone.
  • ostriche e gamberi.
  • formaggi grassi.
  • burro.
  • tuorlo d’uovo.
  • funghi (unica fonte vegetale di vitamina D)
  • carne di fegato.

Quella che invece non bisogna proprio trascurare è l’esposizione al sole: tutti i giorni, per almeno 10 -15 minuti in estate e 20 -30 minuti in inverno regolando comunque l’esposizione in base al proprio fototipo.

Passare dunque un po’ di tempo all’aria aperta ed aiutarsi con il consumo di alimenti con vitamina D generalmente basta per evitare la carenza, mentre il ricorso agli integratori dovrebbe essere sempre valutato da un medico a seconda di condizioni particolari. Solitamente l’utilizzo di supplementi può essere consigliato ad anziani, neonati e persone che hanno difficoltà ad assorbire vitamina D con la dieta a causa di patologie di varia natura, come ad esempio le malattie infiammatorie croniche intestinali.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online