Ridurre i rischi di embolie e trombosi con una sana dieta mediterranea - Dr.ssa Cultrera Concetta

Ridurre i rischi di embolie e trombosi con una sana dieta mediterranea

trombosi

La trombosi e le embolie comportano l’ostruzione di un vaso sanguigno che può portare alla morte. Mentre la trombosi ha origine a livello di vene e arterie, l’embolia è la migrazione del trombo attraverso i canali circolatori, un rischio latente che corrono milioni di persone che, ad esempio, presentano il problema delle cosiddette vene varicose.

Le cause: la trombosi e le embolie dipendono da diversi fattori che, in generale, fanno riferimento al nostro stile di vita, alla genetica e a diverse malattie correlate. Tra queste le principali sono: avere livelli elevati di colesterolo e trigliceridi, passare molto tempo seduti, assumere pillole anticoncezionali e ormoni estrogeni (soprattutto le donne che fumano) aver subito un intervento chirurgico, la gravidanza, avere problemi di obesità, avere problemi cardiaci o ai reni, precedenti genetici.

 

Per prevenire questo grave rischio non possiamo far altro che condurre uno stile di vita quanto più sano è possibile adottando anche a tavola delle sane abitudini alimentari che possano aiutarci a tenere in forma i nostri vasi allontanando ictus e infarti. È’ scientificamente provato che una dieta in grado di ridurre il rischio di trombosi è una dieta mediterranea che include un equilibrio di nutrienti e antiossidanti per prevenire la coagulazione e aiutare a fluidificare il sangue, ricca di fibre, vitamine e minerali. E, secondo i più recenti studi, alcuni cibi sono più indicati di altri. Vediamoli nel dettaglio.

  • Verdura e frutta ricche di acido folico. Questa vitamina (contenuta soprattutto in lattuga, spinaci, fragole, kiwi) sembra essere in grado di ridurre nel sangue la quantità di omocisteina, aminoacido catalogato tra le sostanze proinfiammatorie che aumentano il rischio di trombi.
  • Le fibre. Pasta e pane integrali, ci riforniscono di fibre, che rallentano l’assorbimento dei grassi; anche i fiocchi di avena integrali sono utili, soprattutto alla mattina: aiutano ad abbassare il colesterolo
  • Il limone: ideale per rafforzare il sistema immunitario, per eliminare le tossine e per combattere l’effetto dei radicali liberi. Ottimo anche per migliorare la circolazione sanguigna ed aumentare la produzione dei globuli rossi.
  • Pesce a volontà. Consumarlo almeno tre volte la settimana dimezza il rischio di trombosi cerebrale. Soprattutto il pesce azzurro contiene acidi grassi omega-3, che esercitano effetti positivi sulla funzione delle piastrine evitando i coaguli.
  • Olio extravergine d’oliva. È ricco di acidi grassi Omega 6, ideale per ridurre il livello di colesterolo cattivo o LDL nel sangue. Grazie all’olio di oliva, è possibile mantenere le arterie flessibili e ridurre le placche che possono ostacolare il flusso sanguigno e accelerare la formazione di un trombo.
  • Il carciofo. Questo ortaggio è uno dei migliori per prevenire trombi ed embolie.
  • Le carote. Si sposano con tutto e aiutano a prevenire trombi ed embolie. Sono un’ottima fonte di beta-carotene, una sostanza in grado di ridurre la possibilità di attacchi cardiaci e di regolare il livello di colesterolo.
  • Il sedano. Il sedano è ricco di antiossidanti, vitamine e un tipo di fitoelementi che regolano la pressione arteriosa. Questo ortaggio, inoltre, aiuta a ridurre il cortisolo nel sangue, l’ormone dello stressche ha un impatto negativo sulla salute cardiovascolare. Mangiare con regolarità il sedano, al naturale o nei succhi, porterà ad avere arterie più larghe, flessibili e con meno placche.
  • I mirtilli. Tra le opzioni naturali più consigliate per migliorare la circolazione sanguigna ci sono senza dubbio i mirtilli. Grazie a questi frutti e alla loro azione anticoagulante, si può migliorare la circolazione sanguigna.
  • Un bicchiere di vino al giorno. Bere un bicchiere di vino rosso al giorno aiuta a ridurre le probabilità di un attacco cardiaco o di trombosi. Questo prodotto a base di uva è ricco di potenti antiossidanti, così come di etanolo, un componente che regola il colesterolo cattivo o LDL nel sangue. Il vino rosso, inoltre, riduce e ritarda la formazione di placche nelle arterie e migliora la circolazione sanguigna.
  • Tè verde, caffè e cioccolato. Per quanto riguarda il tè verde, il suo potente effetto antiossidante inibisce l’ossidazione del colesterolo LDL nelle arterie. Inoltre, chi consuma due, tre tazze al giorno di questa bevanda ha livelli più alti di colesterolo buono, altro fattore che previene il rischio di trombi. Cinque o sei tazzine di caffè al giorno sarebbero in grado di ridurre del 35% il rischio di trombosi venosa. Il cioccolato fondente, invece, possiede un’azione antinfiammatoria, esplicando attività positiva sull’endotelio, e sarebbe anche in grado di aumentare l’effetto antiaggregante dell’acido acetilsalicilico.

 


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online