COME UTILIZZARE I CHIODI DI GAROFANO IN CUCINA - Dr.ssa Cultrera Concetta

COME UTILIZZARE I CHIODI DI GAROFANO IN CUCINA

 

chiodigarofOriginari dell’Indonesia, i chiodi di garofano sono coltivati anche nello Sri Lanka, in Madagascar, Brasile e India, anche se leader nella coltivazione resta Zanzibar. La pianta che genera questa spezia è l’Eugenia Caryophyllus,

un albero sempreverde che produce boccioli di color rosa, che sono raccolti a mano e poi lasciati ad asciugare, fino a cambiare colore: con il tempo diventano marroni e per questo assomigliano a dei chiodi che esternamente sono  ricoperti da una scorza dura, ma al loro interno rivelano un composto oleoso. Una volta essiccati, infatti, i suoi fiori assumono il colore legnoso con cui li conosciamo e conservano un intenso aroma profumato, leggermente aspro e dolciastro al tempo stesso.

Pungenti, dall’aroma intenso e dolce, i chiodi di garofano sono una spezia fantastica da utilizzare in cucina e non solo. Contengono un’alta percentuale di oli essenziali, tra cui l’80% di Eugenolo. Contengono poi carboidrati, zuccheri, molti sali minerali, tra cui soprattutto fosforo e manganese. Un ottimo contenuto di Vitamina A, B, C, E, K e J. Beta carotene e importanti antiossidanti.

Grazie ai loro componenti i chiodi di garofano sono utilizzati a scopo terapeutico come anestetici locali, antidolorifici, tonificanti. Stimolanti dell’apparato circolatorio e possiedono grandi qualità antiossidanti.

In commercio si trovano sia interi che macinati, e la loro conservazione migliore consiste nel metterli in barattoli di vetro chiusi ermeticamente  e lasciati al buio. Se li volete macinare da soli, si può usare un macina-caffè. Ricordatevi della loro intensità aromatica prima di preparare una ricetta, in modo da dosare bene le quantità e non lasciare che il sapore della spezia prevalga sugli altri ingredienti.

Utilizzo in cucina: Per le loro grandi qualità aromatiche i chiodi di garofano si utilizzano in moltissimi piatti, sia dolci che salati. Nello specifico sono :

  • Ottimi per aromatizzare marinature, salse, formaggi, verdure e ortaggi e cuocere arrosti
  • Ideali per profumare creme dolci, budini, confetture, conserve. Si utilizzano in dolci ripieni alla frutta e alla ricotta. Vengono comunemente aggiunti alle torte di mele e possono essere incorporati anche in altri dolci alla frutta per ottenere una nota calda e speziata.
  • insieme ad alcune altre spezie, come ad esempio la noce moscata e il cardamomo, i chiodi di garofano vengono aggiunti a liquori, tisane e decotti per esaltarne il gusto

Molto conosciuti e utilizzati sono i tè e gli infusi aromatizzati ai chiodi di garofano.

Le proprietà del chiodo di garofano

  • proprietà antinfiammatorie: Questo beneficio è dato dai flavonoidi in essi contenuti.
  • proprietà anestetiche: per questo vengono utilizzati spesso come rimedio naturale contro il male ai denti, applicandoli direttamente sulla parte dolorante o tramite gargarismi.
  • Benefici all’apparato digerente: i chiodi di garofano migliorano la capacità del cibo di passare per l’intestino, senza creare accumuli di tossine.
  • Benefici antimicrobici dei chiodi di garofano sono conosciuti da secoli, tanto che gli antichi egizi li utilizzavano per imbalsamare i cadaveri ed evitare il formarsi di funghi e batteri dannosi. Oggi gli infusi di questa spezia sono utilizzati per combattere micosi della pelle, spesso uniti a timo e coriandolo.
  • Proprietà antiossidanti : i chiodi di garofano sono ricchi di antiossidanti e quindi contrastano l’invecchiamento della pelle e il formarsi di pericolosi radicali liberi.

I chiodi di garofano aiutano anche a vincere la spossatezza e il mal di testa, stimolando la circolazione sanguigna ed inoltre aiutano a conservare più a lungo i cibi. Questo grazie alla capacità di ostacolare il processo di ossidazione dei grassi, facendo in modo che i cibi possano conservare più a lungo la loro freschezza e le loro caratteristiche nutrizionali.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online