CALCOLI BILIARI ALIMENTI CONSIGLIATI E ALIMENTI DA EVITARE - Dr.ssa Cultrera Concetta

CALCOLI BILIARI ALIMENTI CONSIGLIATI E ALIMENTI DA EVITARE

calcoli

I calcoli biliari sono dei sassolini che si formano all’interno della cistifellea (chiamata anche colecisti), un organo situato sotto il fegato. Il nome deriva dalla bile, una sostanza ricca di colesterolo che viene conservata nella cistifellea e che, nel solidificarsi, dà vita ai calcoli. Se queste formazioni vanno ad ostruire i dotti biliari, impedendo il deflusso della bile, possono provocare sintomi molto dolorosi che comunemente vengono individuati con il nome di colica biliare. Dolori addominali e alla schiena, nausea e vomito sono segnali a cui prestare attenzione.

In caso di calcoli biliari, è di fondamentale importanza seguire un alimentazione sana. Innanzitutto sarebbe opportuno seguire i seguenti consigli:

  • una diminuzione del peso, in caso di sovrappeso;
  • una buona dose di fibre e di acquada bere;
  • seguire un attività fisica regolare;

ALIMENTI CONSIGLIATI

  • Cereali (pasta, pane, riso, cereali in genere, integrali)
  • Latte e yogurt, magri
  • Carne bianca magra
  • Ricotta, fiocchi di latte, formaggio quark, meglio se di capra, una o due volte la settimana
  • Frutta (2 frutti al giorno)
  • Verdure a piacere
  • Condimenti: olio extravergine di oliva

 

ALIMENTI SCONSIGLIATI

In generale, per prevenire i calcoli biliari bisogna evitare i cibi ricchi di grassi saturi (prevalentemente di origine animale), evitare i pasti troppo abbondanti e i piatti molto conditi, che rischiano di scatenare coliche.

Quanto agli alimenti, ecco quelli da evitare assolutamente:

  • Uova, il tuorlo in particolare
  • Superalcolici
  • Latte e derivati interi
  • Panna
  • Fritti (cotolette, frittate, crocchette etc.)
  • Carne grassa
  • Crostacei, cozze e vongole
  • Insaccati
  • Olive
  • Salse
  • Crema

Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online