I CIBI DA EVITARE A STOMACO VUOTO - Dr.ssa Cultrera Concetta

I CIBI DA EVITARE A STOMACO VUOTO

stomaco-vuoto

Esistono molti cibi considerati ottime ricariche di energia come ad esempio miele, noci, uova e cocomero e possono essere gustati in ogni momento della giornata, compresa la prima colazione, quando siamo a stomaco vuoto. Esistono poi alimenti che, se assunti di prima mattina o in tempi distanti dall’ultimo pasto, possono provocare fastidiose sensazioni di pesantezza e acidità.

Mangiare alcuni cibi a stomaco vuoto può essere, infatti, dannoso per la salute, per questo motivo è importante fare una buona colazione e alimentarsi nel modo giusto durante la giornata.

Vediamo nel dettaglio i cibi che è preferibile evitare quando si è a stomaco vuoto:

Caffè e tè :Il caffè è tra le bevande più consumate al mondo, ma se bevuto a stomaco vuoto può incrementare la secrezione di acidi gastrici. Oltre al caffè, anche il tè forte bevuto a stomaco vuoto può causare nausea e malessere, riduce, infatti, la funzione digestiva e provoca fastidi; meglio assumere queste bevande con biscotti o cereali.

Agrumi: è meglio evitare gli agrumi durante le prime ore del mattino. Questo perché, essendo acidi, possono causare reflusso o problemi allo stomaco. Bere una spremuta d’arancia a digiuno ad esempio senza prima aver mangiato, può incrementare i rischi di gastrite, mentre i mandarini, per la loro spiccata acidità, possono infastidire le pareti gastriche o causare nausea e vomito.

Pomodori : Questo alimento va evitato a stomaco vuoto perché contiene elevate quantità di acido tannico che incrementa l’acidità e peggiora i sintomi del reflusso. È ottimo, invece, durante gli altri pasti della giornata.

Dolci e cibi lievitati: assumere dolci a stomaco vuoto comporta un aumento dei livelli di glucosio nel sangue, con possibili conseguenze dannose per l’organismo. Insieme ai dolci, anche i cibi lievitati, come ad esempio le brioches, sono da evitare a stomaco vuoto perché tendono maggiormente a gonfiare lo stomaco.

Cibi piccanti: I cibi piccanti se mangiati a stomaco vuoto possono causare fastidiose irritazioni gastriche e sono assolutamente da evitare, soprattutto in caso di gastrite.

Bevande gassate: Le bevande gassate, oltre ad aumentare le possibilità di soffrire di obesità, possono danneggiare la mucosa dello stomaco. Questo riduce la circolazione del sangue, causa digestione lenta e sfocia spesso in stitichezza.

Latte, yogurt e formaggi: Il latte vaccino se assunto a stomaco vuoto non garantisce il giusto assorbimento dei nutrienti in esso contenuti. E’ meglio quindi assumere il latte insieme a cibi ricchi in carboidrati o comunque non troppo lontano dai pasti. Inoltre, quando siamo a digiuno è da evitare anche lo yogurt perché gli acidi presenti nello stomaco possono uccidere i fermenti lattici.

Banane: Le banane sono ricche di magnesio e mangiarle a stomaco vuoto comporta un aumento dei livelli di magnesio nel sangue.

E’ preferibile consumare dunque alimenti che favoriscono la digestione, che mantengono i livelli di acidità dello stomaco in parametri normali, senza che la mucosa venga colpita dall’azione degli acidi, e che apportino le vitamine di cui abbiamo bisogno quotidianamente.Questo significa pianificare con anticipo i pasti e prepararli correttamente. Anche se potrebbe rappresentare un cambiamento radicale, a lungo termine si noteranno senz’altro v i benefici.


Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online