LE BRUTTE ABITUDINI CHE FANNO INGRASSARE – Dr.ssa Cultrera Concetta

LE BRUTTE ABITUDINI CHE FANNO INGRASSARE

A volte capita che nonostante si segua dieta per perdere peso, l’ago della bilancia non scende, anzi, addirittura sale. Questo dipende da alcune cattive abitudini che fanno ingrassare e che noi inconsapevolmente usiamo, spesso anche quotidianamente.

Sono diverse le cattive abitudini che fanno ingrassare, vediamo le principali:

  • Bere poca acqua: la maggior parte di noi non beve la giusta quantità di acqua  necessaria per il nostro fabbisogno giornaliero. Bisognerebbe bere almeno due litri di acqua al giorno, una buona idea sarebbe quella di suddividere l’acqua in tre bottigliette, da bere una al mattino, una nel pomeriggio e l’altra la sera.
  • Mangiare solo ai pasti principali: per mantenere la linea evitando picchi di insulina tra un cibo e l’altro, è corretto inserire uno spuntino a metà mattina e uno a metà pomeriggio. Bisogna preferire cibi leggeri, come frutta, yogurt, centrifugati di frutta o verdura.
  • Scegliere solo cibi light: tutti noi crediamo che quando si intraprende una dieta, la prima cosa da fare è quella di consumare solo cibo light. Anche se contengono meno zuccheri e meno grassi, spesso possono portare a voler mangiare di più. Meglio quindi scegliere alimenti sani, magari in dosi limitate, in modo da soddisfare il gusto e non compromettere la linea.
  • Saltare la colazione: la colazione è il pasto principale della giornata, indispensabile per dare energia al corpo appena sveglio. Saltandola, si incentiva lo stomaco a chiedere cibo in continuazione.
  • Bere bevande alcoliche: le bevande alcoliche sono ricche di calorie e quindi contribuiscono a far aumentare il nostro peso corporeo. Quindi, limitare al minino i consumo di alcolici o, se possibile, evitare di berli.
  • Spizzicare durante tutta la giornata: evitare frequenti e continui spuntini durante la giornata.
  • Dormire poco o male: l’insonnia e lo stress sono i peggiori nemici delle diete. Non solo meno dormiamo e più mangiamo, ma il nostro corpo ha bisogno di riposo per poter recuperare le energie consumate durante il giorno.
  • Mangiare al lavoro: evitare distributori di snack a lavoro anche se la tentazione può essere forte.
  • Limitare la scelta degli alimenti: spesso quando si inizia una dieta, oltre a diminuire le quantità delle porzioni, si limita anche la varietà del cibo e si tende a consumare sempre gli stessi alimenti. Questo limita l’assunzione di vitamine e minerali necessarie per il benessere dell’organismo. Si consiglia, quindi una dieta il più possibile varia ed equilibrata.
  • Mangiare in frettaMangiando di corsa, a grandi morsi e senza masticare, si ingrassa di più. Meglio mangiare con calma, gustando i piatti e masticando lentamente, perché si gusta di più il cibo e si raggiunge prima il senso di sazietà.

Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

   

Test intolleranze online >   Prenota una visita >