Dieta per menopausa - Dr.ssa Cultrera Concetta

Dieta per menopausa

La menopausa rappresenta una fase normale della vita di ogni donna, quindi, benché i suoi sintomi possano creare un po’ di disagio nella vita di tutti i giorni, non va vissuta come una malattia ma come un passaggio naturale. Si manifesta diversamente da donna a donna, i disturbi più frequenti includono vampate di calore, sudorazioni notturne, cefalea, palpitazioni, ansietà, irritabilità, insonnia.

Ma la mancanza d’estrogeni (i principali ormoni ovarici femminili) cui la donna è soggetta in menopausa è responsabile di alcune modificazioni che possono manifestarsi, a volte, con vere e proprie malattie. In età fertile, per esempio, la donna vive un minor rischio di malattie cardiovascolari rispetto all’uomo, grazie all’azione protettiva degli estrogeni. Con la menopausa viene meno questa protezione: i grassi del sangue aumentano, favorendo lateroslerosi, e il flusso ematico nei vasi si riduce, influenzando negativamente la pressione arteriosa.

Inoltre, in seguito alla carenza di estrogeni la quantità di calcio che si fissa nelle ossa è inferiore a quella che si perde: questa disarmonia provoca un maggior rischio di osteoporosi Inoltre,

il metabolismo “rallenta” e si assiste ad un aumento di peso attribuibile anche alla sedentarietà, perché spesso è la donna stessa che si muove con ritmi più “rallentati”, o a fare spuntini di alimenti dolci tra un pasto e l’altro. Ciò porta ad aumento di peso con accumulo preferenziale di grasso in sede addominale (distribuzione “a mela” od androide).

L’accumulo di grasso a livello addominale è indice di maggiore rischio di sviluppare malattie metaboliche (diabete, sindrome metabolica) e cardiovascolari (infarto, ictus) ma anche il tumore della mammella.

A scopo preventivo o per ridurre i sintomi si raccomanda di :

  • Consumare alimenti ricchi in calcio e vitamina D per prevenire l’osteoporosi
  • Seguire una dieta appropriata per la menopausa, che rispetti i fabbisogni di calcio, di vitamina D e i cambiamenti metabolici.
  • Ridurre i grassi soprattutto di origine animale, bevande ed alimenti ricchi di zuccheri e assumere adeguate porzioni di frutta e verdura
  • Ridurre il consumo di zuccheri semplici preferendo carboidrati complessi.
  • Ridurre il consumo di grassi in particolare i grassi saturi.
  • Cucinare i cibi in modo semplice: ai ferri, alla griglia, al vapore, lessati, al forno, utilizzando quelle attrezzature che consentono di ridurre l’impiego dei grassi come le pentole antiaderenti, a pressione, forni comuni o a microonde.
  • Scegliere i prodotti in base alla stagione, variando spesso la qualità dei cibi; con la monotonia si rischia di escludere qualche nutriente di fondamentale importanza.




PRENOTA UNA VISITA O UN TEST

Catania, Via Napoli 128 Telefono: 095 7225100


Accetto condizioni e trattamento dei dati
Un ns incaricato ti chiamerà per confermare l'appuntamento


Quando rivolgersi a un nutrizionista ?

In tutti i casi di dubbio sulle proprie abitudini alimentari: quando per esempio ci si accorge di avere un alimentazione disordinata, sia per la scelta degli alimenti che per gli orari in cui si assumono i pasti. Quando subentrano disturbi riferibili a intolleranze alimentari. Quando il disordine inizia ad avere effetti negativi sulla digestione e sulla iregolarità intestinale.

Più in generale:

  • Sovrappeso e Obesità
  • Magrezza
  • Diabete
  • Ipertensione arteriosa
  • Alti valori di colesterolo e/o trigliceridi nel sangue
  • Intolleranze Alimentari
  • Stitichezza
  • Gastrite o Reflusso Gastro-esofageo
  • Alimentazione nello sport
  • Alimentazione in allattamento
  • Alimentazione tumori




PERCHE’ FANNO BENE I CENTRIFUGATI E GLI ESTRATTI?

Si sente spesso parlare di centrifughe ed estratti. I centrifugati depurativi ad esempio sono alla base di u ...

LO ZUCCHERO DI CANNA FA MALE?

E’ risaputo che il consumo eccessivo di zuccheri semplici possa comportare dei danni per la salute. A tal p ...

I BENEFICI DELL’AVOCADO

L’avocado è un frutto originario del Messico e centro America considerato il frutto più “grasso” che si ...


Leggi tutti i miei articoli



"Latte e latticini nell'alimentazione dei bambini"


  Sin dalla gravidanza è importante che la mamma si prenda cura del proprio figlio attraverso un’alimentazione equilibrata che permetta un sano sviluppo del bambino. Dal punto di vista delle calorie non serve un aumento eccessivo ma è molto importante che si portino in tavola tutti i nut ...


Leggi la risposta completa

"LO ZAFFERANO SPEZIA COSTOSA MA MOLTO SALUTARE"


Lo zafferano è una spezia preziosa e molto gustosa, utilizzata in numerose ricette per creare pietanze deliziose, ricche di colore e di sapore. I suoi principali componenti sono : Acqua, Fibre, Grassi, Carboidrati, Proteine, Vitamine (A, C e alcune del gruppo B) e Sali minerali (calcio, fosfo ...


Leggi la risposta completa

Leggi tutte le vs domande


Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

     

Test
intolleranze
online