Nutrizione – Pagina 2 – Dr.ssa Cultrera Concetta

IL MERLUZZO IL PESCE DEI BAMBINI

Il merluzzo è un pesce di mare che vive nelle acque aperte e fredde dell’Atlantico settentrionale. È presente sulle nostre tavole tutto l’anno grazie alla presenza di allevamenti; le sue carni sono magre ed è un pesce consigliato per l’alimentazione dei bambini.

Saper riconoscere un merluzzo fresco è di fondamentale importanza per evitare di acquistare prodotti mal conservati e potenzialmente dannosi per la salute.
Per scegliere un prodotto davvero fresco, bisogna tener conto di alcuni aspetti:

  • le carni: devono essere compatte ed elastiche, di colore tendente al bianco cangiante. Le branchie, di colore rosso acceso non devono contenere muco e devono emanare profumo di salsedine. Inoltre, se il pesce è davvero fresco la lisca centrale si stacca con difficoltà dalle carni, a tal punto che talvolta si spezza. Infine durante la cottura è bene accertarsi che il merluzzo contenga abbondanti liquidi che vengono rilasciati mentre lo si cuoce, rimanendo morbido.
  • l’occhio: deve essere vivido e leggermente sporgente al di fuori del bulbo oculare e la pupilla deve essere di colore nero.
  • la rigidità del corpo: per verificare che il pesce sia fresco bisogna stare attenti che  il corpo del pesce sia rigido. Se tende ad afflosciarsi, infatti, è quasi sicuro che non si tratti di un pesce di giornata
  • il profumo: il pesce deve emanare un profumo di salsedine e iodio, non fastidioso anche se intenso, senza alcuna traccia olfattiva di ammoniaca. Se si avverte un odore acre significa che il merluzzo non è fresco o di scarsa qualità.
  •  la pelle: il merluzzo fresco ha squame lucide e brillanti. Non acquistate un merluzzo con la pelle opaca, spenta e tendente al grigio;

Il merluzzo contiene numerosi benefici:

  • è una buona fonte di proteine dalla qualità elevata:  fondamentali per contribuire alla salute di muscoli, ossa e cute, e al corretto funzionamento del sistema immunitario;
  • contiene pochissimi grassi di facile digeribilità: che lo rendono un alimento indicato per chi segue una dieta a basso contenuto calorico, o per le terapie alimentari contro le sindromi metaboliche. Inoltre i grassi in esso contenuti sono essenzialmente polinsaturi ossia gli omega 3, utili per la prevenzione delle malattie del sistema cardiocircolatorio e per ridurre il colesterolo cattivo.
  • contiene minerali : è ricco di: potassio, fosforo e calcio, minerali alleati di ossa e denti; selenio, minerale che può contribuire al corretto funzionamento della tiroide e del sistema immunitario;  iodio, minerale che può contribuire alle normali funzioni cognitive e metaboliche, alle funzioni del sistema nervoso e della tiroide, e anche al benessere della pelle.
    Dal punto di vista vitaminico presenta buone quantità di vitamine del gruppo B e di vitamina D. 
  • Ha effetti positivi sulla salute mentale: gli omega-3 presenti nel merluzzo possono anche avere effetti positivi sulla salute mentale e aiutare a ridurre il rischio di depressione e ansia.
  • Garantisce un ottimo supporto per la crescita e lo sviluppo: poiché il merluzzo è ricco di proteine, vitamine e minerali, è particolarmente utile per il corretto sviluppo muscolare e osseo nei bambini e negli adolescenti.

Come molti pesci predatori, il merluzzo può contenere tracce di mercurio, un metallo pesante tossico. Il mercurio può accumularsi nel corpo nel tempo e causare danni ai nervi e al cervello, particolarmente nei bambini e nei feti in via di sviluppo. È quindi consigliabile limitare il consumo di grandi quantità di pesce predatori, inclusi alcuni tipi di merluzzo.

leggi tutto


I FIORI DI ZUCCA

I fiori di zucca e di zucchina sono tra i pochissimi fiori, insieme a quelli del carciofo, a essere consumati interi. Sono delicati, dall’aroma tenue e sono molto sfiziosi e colorati.

In cucina sono molto versatili: oltre a gustarli ripieni, i fiori di zucca possono essere utilizzati per preparare  sformati e torte salate; possono essere abbinati a paste o risotti  e possono essere preparati come contorno. Sono ortaggi tipicamente primaverili, disponibili in un brevissimo periodo, contengono acqua, poche calorie e sono un ottima fonte di vitamine e sali minerali.

Mentre i fiori di zucchina sono leggermente più piccoli e si caratterizzano per la forma allungata, una gradazione di colore più aranciata e un aroma meno pronunciato; i fiori di zucca, hanno dimensioni maggiori, sfumatura giallo tenue e una profumazione più accentuata; il sapore, invece, è molto simile e di difficile distinzione.

I fiori di zucca se consumati in purezza o all’interno di ricette a ridotto apporto calorico sono un toccasana per l’organismo. L’ampia disponibilità di acqua li rende drenanti coadiuvanti per la digestione, nonché nella regolazione dei flussi digestivi. Possono essere un valido aiuto in caso di stipsi acuta, a patto di consumarli all’interno di una dieta sana e variata e con l’apporto giornaliero di almeno 2 litri d’acqua.

Le vitamine A e C hanno un buon effetto antiossidante, permettono di tenere sotto controllo i fenomeni infiammatori, le patologie influenzali e possono avere un blando effetto antitumorale, anch’esso all’interno di un regime alimentare controllato.

Non esistono vere e proprie controindicazioni di questo prodotto. Anzi, possedendo bassissime quantità di calorie ed essendo un’ingente fonte di acqua, i fiori di zucca vengono consigliati anche ad anziani e bambini. Inoltre non esistono studi o ricerche che evidenzino reazioni correlate tra l’ingestione dei fiori di zucca ed il consumo ad esempio di farmaci. L’unica problematica riscontrabile potrebbe essere un’allergia: in caso di  reazioni strane occorre avvisare il medico.

leggi tutto


IL MELONE GIALLO

Ci sono molte varietà di melone, differenti per forma, dimensione e colore di buccia e polpa.

Tra i meloni estivi presenti sul mercato da maggio ad ottobre, caratterizzati da polpa giallo-aranciata il più conosciuto è il melone Cantalupo. Il suo nome deriva da un piccolo borgo in provincia di Rieti dove pare che i suoi semi furono piantati per la prima volta tantissimi anni fa. La sua forma è ovale, la buccia ruvida e polpa di colore arancio vivo è talmente morbida e dolce da poterlo considerare un dessert al cucchiaio.

Il melone contiene per oltre il 90% acqua è caratterizzato da un basso apporto calorico, elementi che lo rendono un frutto diuretico e depurativo, ma anche uno spuntino saziante in grado di controllare l’appetito tra un pasto e l’altro.
Presenta un alto contenuto di vitamine e sali minerali: è ricco infatti di vitamina C; vitamina B9 (acido folico); potassio e, anche se in minor quantità, sono presenti fosforo e calcio, che lo rendono alleato della salute delle ossa, e ferro.

Il melone oltre ad essere olto gustoso offre anche diversi benefici per la salute. Vediamo i più importanti:

  • Favorisce l’idratazione: il melone è costituito principalmente da acqua, il che lo rende un’ottima scelta per l’idratazione. Mangiare melone può aiutare a mantenere il corpo idratato, soprattutto durante i mesi estivi o in caso di attività fisica intensa.
  • Contiene Nutrienti essenziali: il melone è ricco di vitamine e minerali importanti per la salute. È una buona fonte di vitamina C, che supporta il sistema immunitario, favorisce la salute della pelle e aiuta nell’assorbimento del ferro. Contiene anche vitamina A, che contribuisce alla salute degli occhi e della pelle, e potassio, che supporta la salute del cuore e la regolazione della pressione sanguigna.
  • E’ ricco di Antiossidanti: il melone contiene antiossidanti, come il beta-carotene e la vitamina C, che aiutano a combattere lo stress ossidativo nel corpo. Gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi dannosi e possono contribuire a ridurre il rischio di malattie croniche, come le malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.
  • Favorisce la digestione: il melone contiene fibre alimentari, che sono importanti per una buona digestione. Le fibre possono favorire la regolarità intestinale e prevenire problemi come la stitichezza. Inoltre, il melone è facilmente digeribile.

Sebbene il melone offra numerosi benefici per la salute, ci sono alcune controindicazioni:

  • Può provocare allergia: in alcuni casi, le persone possono essere allergiche al melone. L’allergia al melone è rara, ma può manifestarsi con sintomi come prurito, gonfiore o formicolio nella bocca, la gola o il viso, eruzione cutanea o difficoltà respiratorie.
  • Non è adatto a chi soffre di Diabete: il melone contiene zuccheri naturali, e quindi le persone con diabete o con problemi di controllo della glicemia dovrebbero consumarlo con moderazione.

Vi è il rischio di contaminazione batterica: come tutti i frutti freschi, il melone può essere contaminato da batteri come Salmonella o Listeria. È importante lavare accuratamente il melone prima di tagliarlo e consumarlo. Inoltre, è consigliabile conservare il melone in frigorifero per ridurre il rischio di contaminazione batterica.

leggi tutto


I CIBI CHE COMBATTONO LA STANCHEZZA

La stanchezza è una sensazione di malessere che può comparire in diversi momenti della giornata. Per esempio, al mattino, può capitare di fare una certa fatica ad alzarsi dal letto oppure durante il corso della mattinata, del pomeriggio o verso sera. Ci si sente a corto di energia e si avverte all’improvviso un senso di affaticamento

 Per recuperare le forze necessarie l’alimentazione può essere d’aiuto. Alcuni cibi, infatti, ricchi di minerali, vitamine e altri preziosi nutrienti, aiutano a contrastare il senso di affaticamento e a ritrovare la giusta energia.

Vediamo di seguito gli alimenti ricchi di proprietà energizzanti che dovremmo assumere in questi casi:

  • L’Avena: Ricca di fibre, è un alimento dall’elevato potere saziante, ci permette quindi di mangiare senza eccessi, evitando di appesantirci, gonfiarci e di conseguenza di svolgere con fatica le attività quotidiane. Contiene tiamina o vitamina B1, che aiuta a proteggere il sistema immunitario, aumentando le capacità dell’organismo di resistere alle condizioni di stress.
  • Le  Noci: Il loro contenuto di acidi grassi omega 3 e magnesio le rende potenti antidepressivi e ideali per combattere i sintomi dell’indebolimento fisico e mentale.
  • Lo  Yogurt greco: Questo tipo di yogurt altamente proteico, favorisce l’assimilazione dei nutrienti, riduce il gonfiore e regolarizza il transito intestinale, combattendo quindi il senso di stanchezza dovuto a problemi di digestione.
  • La Frutta e la verdura: in particolar modo arance, kiwi, fragole, spinaci, broccoli, peperoni e pomodori. Grazie alla presenza di vitamina C, combattono il cortisolo, l’ormone dello stress e gli improvvisi crolli di energia.
  • Il Frumento integrale: Fonte di carboidrati complessi, che rappresentano la principale risorsa di nutrimento, è composto da zuccheri che vengono bruciati lentamente, consentendoci di mantenere più a lungo le forze, senza aumentare i livelli di glucosio nel sangue.
    Gli alimenti a base di frumento integrale sono ricchi di vitamina B6, un nutriente essenziale per trarre energia da ciò che si mangia e per far funzionare al meglio il sistema nervoso.

Qualora non riuscissimo a sopperire alla mancanza di energia esclusivamente attraverso i cibi, potremmo valutare l’utilizzo d’integratori alimentari con apposite formulazioni adatte a base di vitamina C, magnesio, o acido folico; oppure rimedi fitoterapici come Guaranà, Ginseng, Pappa reale o fiori di Bach.

leggi tutto




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

   

Test intolleranze online >   Prenota una visita >