DIETA PER OSTEOPOROSI COSA MANGIARE E COSA EVITARE – Dr.ssa Cultrera Concetta

DIETA PER OSTEOPOROSI COSA MANGIARE E COSA EVITARE

L’osteoporosi è un problema molto diffuso specie tra le persone di età avanzata. L’alimentazione così come delle sane abitudini comportamentali aiutano molto ad alleviare questo fastidioso disturbo.
Con l’osteoporosi le ossa diventano più fragili e sono, quindi, esposte a maggior rischio di fratture, anche per traumi di lieve entità.

Molto importante è assumere una giusta quantità di calcio.  Quest’ultimo aiuta a costruire le ossa ed è il micronutriente più importante nella prevenzione e nel trattamento dell’osteoporosi. Lo si può trovare principalmente in questi cibi, tutti consigliati per chi soffre di questo problema:

  • latte e altri prodotti lattiero caseari come yogurt e formaggi.
  • tofu, il cosiddetto “formaggio di soia”
  • pesce, come quello azzurro, i polpi, i calamari e i gamberi
  • verdure verdi come rucola, cavolo riccio, cime di rapa, broccoli, carciofi, spinaci, cardi. Ma attenzione: il calcio delle verdure è molto meno assimilabile di quello dei latticini.
  • frutta secca (mandorle, arachidi, pistacchi, noci, nocciole) non bisogna però esagerare con le quantità perché è molto calorica.
  • legumi, in particolare i ceci, le lenticchie e i fagioli.

Da evitare, o quanto meno limitare il più possibile vi sono invece:

  • le bevande contenenti teina e caffeina: perché queste influiscono negativamente sull’assorbimento intestinale del calcio.
  • L’alcol:  per i suoi effetti negativi sull’osso: inibisce le cellule che producono nuovo osso, chiamate osteoblasti e stimola le cellule deputate alla distruzione del tessuto osseo vecchio, cellule che prendono il nome di osteoclasti, inoltre  riduce l’assorbimento del calcio a livello dell’intestino.
  • Sale: evitare cibi troppo salati, più sale si mangia, più calcio perde il corpo. 

Consigli utili:

  • Seguire un’alimentazione sana e ricca di calcio.
  • prendere il sole e fare il più possibile scorta di vitamina D.
  • fare  movimento e attività fisica da adattare in base all’età.

Leggi tutti gli articoli
Autore
Sono Concetta (Tina) Cultrera, mi occupo di Nutrizione ed intolleranze. Presso il mio studio eseguo prestazioni di misurazioni antropometriche, valutazione del fabbisogno energetico, indagini alimentari per evidenziare eventuali abitudini alimentari scorrette, educazione e riabilitazione nutrizionale nelle obesità nelle magrezze, nelle patologie metaboliche.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Vuoi ricevere ogni settimana tutti gli aggiornamenti?

Iscriviti alla newsletter

Informativa sulla Privacy




Strumento conta calorie

Inserisci il nome o parte di esso dell'alimento di cui vuoi conoscere le calorie. Valore per 100gr



Mi trovi anche sui social network

   

Test intolleranze online >   Prenota una visita >